AMINEWS | JANUARY 2013
 
 
Due anni dopo la rimozione di Cipro dalla “Lista nera” italiana, abbiamo rivisitato le opportunità disponibili e preso in considerazione le nuove possibilità offerte da Cipro.

La legge fiscale italiana contiene numerose disposizioni per garantire che i profitti non vengano trasferiti verso paradisi fiscali e per fornire misure atte ad impedire l’evasione tributaria in Italia. Il governo italiano ha emesso un elenco di giurisdizioni dotate di regimi fiscali favorevoli, di giurisdizioni che non consentono lo scambio di informazioni, e di altri paradisi fiscali (la “Lista nera” italiana); la maggior parte delle misure in questione, mirate ad impedire l’evasione, si riferiscono a transazioni effettuate con terzi residenti in paesi facenti parte della “Lista nera”.

Nel giugno del 2009, l’Italia e Cipro hanno firmato un protocollo per l’accordo bilaterale contro l’evasione fiscale di Cipro {d’ora in poi denominato DTAA}; di conseguenza, a partire da agosto 2010, Cipro è stata rimossa dalla “Lista nera” italiana.
 
Schema delle regole anti-evasione fiscale italiane
 
Costi non detraibili
I costi corrisposti dalle attività commerciali con residenza in Italia a entità/fornitori residenti in paesi che fanno parte della “Lista nera” non possono essere detratti a fini fiscali

CFC
I profitti di entità controllate in Italia residenti in paesi che fanno parte della “Lista nera” saranno attribuiti ai rispettivi titolari residenti in Italia, che si tratti o meno di somme trasferite all’Italia.

Esenzione delle partecipazioni sui dividendi e esenzione degli utili da capitale derivati da cessione delle quote nelle partecipazioni
Non è possibile avvalersi dell’esenzione delle partecipazioni sui dividendi (esenti al 95% dalle imposte italiane), nel caso in cui il beneficiario sia residente in un paese inserito nella “Lista nera”; tali utili saranno quindi interamente soggetti al fisco italiano a capo del destinatario residente in Italia. Inoltre, in caso di guadagni sulla cessione delle quote di partecipazione, l’esenzione non può essere utilizzata qualora il paese di residenza del partecipante faccia parte di una “Lista nera”, e tali guadagni saranno interamente tassabili a capo del venditore residente in Italia.

Residenti soggetti al fisco italiano che cambiano il proprio stato di residenza
I residenti soggetti al fisco italiano che trasferiscono la propria residenza ad un paese sulla “Lista nera” continuano ad essere ritenuti residenti soggetti alle imposte italiane dalle Autorità tributarie italiane, e devono continuare a corrispondere l’Imposta italiana sul reddito, per quanto riguarda il loro reddito internazionale. Comunque, se tali individui trasferiscono la residenza ad un paese non sulla "Lista nera”, sono allora soggetti al fisco italiano, soltanto per quanto riguarda il loro reddito proveniente dall’Italia.

Requisiti di segnalazione dell’Agenzia delle imposte italiane
Gli acquisti provenienti da entità residenti in paesi che fanno parte della “Lista nera” vengono segnalati separatamente sulla Dichiarazione dei redditi annuale italiana. Inoltre, i requisiti di segnalazione applicabili a tutte le transazioni che hanno luogo dopo la data 01/07/2010 richiedono che tutte le vendite e gli acquisti effettuati nei paesi appartenenti alla “Lista nera” debbano essere dichiarate e registrate elettronicamente presso le autorità fiscali italiane. Di conseguenza, le Autorità italiane sono pienamente a conoscenza dei nominativi dei residenti italiani che effettuano transazioni con controparti sulla “Lista nera “ italiana, e molto frequentemente sottopongono tali individui a revisioni fiscali.
Back to top
 
Rimozione dalla “Lista nera” italiana: sfruttare i vantaggi
 
I vantaggi della rimozione di Cipro dalla “Lista nera” italiana sono evidenti, infatti nessuna delle limitazioni sopra riportate sarà più applicabile; verrà quindi facilitato:
  • l’impiego di società di Cipro come partner commerciali nel corso di transazioni d’affari con controparti italiane; e
  • l’impiego di società di Cipro per strutturare gli investimenti italiani esteri in paesi con cui Cipro mantiene DTAA favorevoli.
In alternativa, Cipro può essere usata efficacemente per strutturare gli investimenti nazionali italiani o attraverso partecipazioni azionarie o strutture di finanziamento:
  • L’Italia non riscuoterà alcuna ritenuta d’imposta (qui definita con il termine “WHT”, Withholding Tax) sui pagamenti di dividendi agli azionisti delle società di Cipro (a prescindere dalla WHT nazionale dell’1,35%) né riscuoterà alcun pagamento sugli interessi;
  • I dividendi saranno esenti dalle imposte a capo dell’impresa finanziaria di Cipro, considerando che qualsiasi reddito da interessi verrebbe tassato al 10% sullo spread richiesto, per arrivare ad un massimo dello 0,35%, per le strutture di meno di €50 milioni; e
  • Le rimesse esterne provenienti da Cipro, sia sotto forma di dividendi che di interessi, non sono soggette ad alcuna WHT.
Infine, gli individui residenti soggetti alle imposte italiane possono ora scegliere di trasferire la propria residenza fiscale a Cipro; infatti l’isola offre:
  • Un ambiente efficiente dinamico aziendale, finanziario e legale;
  • Uno stile di vita Mediterraneo attraente e familiare per gli italiani;
  • Sedi “vicine a casa”, ben servite da voli di linea; e
  • I vantaggi dell’appartenenza a pieno titolo all’UE, insieme ad un favorevole sistema tributario che offre agli individui la possibilità di ridurre le perdite fiscali di oltre il 20%.
Back to top
 
Come può assistervi Amicorp
 
Operativa fin dal 1992, Amicorp svolge attività in + 25 paesi a livello internazionale. Siamo specializzati nell’outsourcing dei processi di conoscenza e commerciali, e nel fornire soluzioni innovative che soddisfano le esigenze dei nostri clienti.

In collaborazione con intermediari professionisti riconosciuti in tutto il mondo, Amicorp:
  • Valuta i vostri requisiti e ne viene approfonditamente a conoscenza;
  • Vi assiste attraverso la sua ampia esperienza e le risorse disponibili per la progettazione delle strutture;
  • Si occupa dell’implementazione, della gestione e della manutenzione costante delle strutture; e
  • Fornisce supporto sul posto, a livello locale, grazie al personale multilingue altamente qualificato.
con le nostre soluzioni integrate “chiavi in mano”, saremo in grado di guadagnarci la vostra fiducia e di assicurarvi la massima tranquillità.

Per ulteriori informazioni sull’utilizzo delle società a responsabilità limitata di Cipro per i vostri requisiti di strutturazione e per il trasferimento della residenza fiscale, contattate l’ufficio locale Amicorp o direttamente Amicorp a Cipro.
Back to top




Apollon Athanasiades
Amicorp Cyprus
a.athanasiades@amicorp.com

 
 
 
© Amicorp Group